Chi siamo

IMG_5262L’Associazione Salto Oltre il Muro – Centro studi relazione uomo cavallo Onlus (ASOM), situata nella II° Casa di Reclusione Milano Bollate, nasce nel 2007 grazie al suo Presidente e Rappresentante legale, Claudio Villa e si configura ancora come prima ed unica realtà in Europa.

Asom pone in essere il progetto “Cavalli in Carcere”, che offre numerose attività alla cui base vi sono la riabilitazione del detenuto, con particolare attenzione al benessere dell’uomo e del cavallo, al rispetto reciproco. Una importante attività di tale progetto è il corso “Conoscere il cavallo”, tenuto da docenti esperti in materia, è volto a promuovere il  reinserimento  sociale di persone in esecuzione di pena detentiva garantendo sia una competenza nella gestione del cavallo e di una scuderia ma anche il recupero dell’empatia attraverso l’instaurazione di una relazione.

Il progetto è destinato alla popolazione carceraria maschile ed è molto importante in quanto affronta il problema principale nell’ambito carcerario, ossia la rieducazione del detenuto, in un modo totalmente diverso. Difatti, al detenuto si offre l’opportunità di riscattarsi e migliorare la sua condizione con il rapporto con uno degli animali più forti ma fragili al mondo; attraverso tale relazione, s’insegna all’uomo a prendersi cura delicatamente del prossimo ma anche a saper gestire una serie di eventuali problematiche che si possono riscontrare nella vita di tutti i giorni, fuori dalle mura carcerarie. Alla luce di quanto scritto, si può affermare che il progetto si pone la riabilitazione del cavallo e dell’umano attraverso l’aiuto reciproco.

Questo progetto è in grado altresì di condividere gli obiettivi in materia di tutela degli animali e del loro benessere. La II° casa di reclusione Bollate Milano, infatti, in virtù del suo stato giuridico risulta essere il luogo adatto per l’accoglienza di cavalli sequestrati, abusati, destinati al macello o arrivati a fine carriera, che potranno essere riaddestrati e reinseriti nel circuito equestre per svolgere diverse attività (ippoterapia, equitazione di campagna, attività sportive) adeguate ad età, alla tipologia e all’ indole del cavallo in custodia.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close